29 Giugno 2015
Mostra Mercato " Le Meraviglie della Terra "
Mostra Mercato"Le Meraviglie della Terra " quando la ceramica incontra i prodotti della Terra Torgiano 11/12 Luglio 2015 Presentazione Il Comune di Torgiano strategicamente posto alla confluenza del fiume Chiascio e del Tevere è sin dall'Antichità un territorio votato sia alla ceramica che all'agricoltura. Grazie ad un terreno argilloso e alla presenza di boschi, l'arte della ceramica è stata praticata da più di 2000 anni. L'abbondanza di acqua e un terreno pianeggiante ha permesso ad ortolani, contadini, allevatori di lavorare la terra, le sue dolci colline sono state da sempre ideali per la coltivazione di vite e olivi ... tutti questi prodotti e manufatti riforniscono oggi come ieri la vicina città di Perugia.La vocazione agraria del nostro terroir si è arricchita poi di musei che parlano delle nostre tradizioni : vino, olio e ceramica i fiori all'occhiello del nostro savoir-faire .Il Mercato "Le Meraviglie della Terra" di Torgiano in questa sua prima edizione vuole mettere in contatto questi due mondi proponendo la presenza di 25 artisti ceramisti accuratamente selezionati affiancati a piccoli produttori locali che proporranno alla vendita e alla degustazione le loro più pregiate specialità. Un connubio nel nome della Terra Madre che tutto ci dà : quella da coltivare amorevolmente per averne i frutti, quella da plasmare e trasformare con acqua e fuoco per dare risultati straordinari ... Nel Centro storico di Torgiano, tutto intorno al Museo Arte della Ceramica Contemporanea (MACC) vedi www.versandotorgiano.it per due giorni di festosa convivialità saranno esposti i migliori prodotti della terra.
leggi tutto
16 Dicembre 2014
INCONTRINTERRA
14 Febbraio 2015 - 18 Aprile 2015 Inaugurazione, 14 febbraio ore 17.00Museo Arte Ceramica Contemporanea di TorgianoPalazzo Malizia Piazza della Repubblica n°9. 06089 Per info 075 6211682 infopoint@comune.torgiano.pg.it   INCONTRINTERRA. La rassegna fa parte di un progetto artistico ideato da Attilio Quintili già presentato a Deruta con l'intento di far incontrare artisti che impiegano un codice espressivo comune, la ceramica, seppure con poetiche, visioni e soluzioni tecniche individuali. La varietà, nella provenienza geografica e culturale degli artisti, in questo preciso momento storico, costituisce un'occasione per indagare le potenzialità insite di questo materiale. Gli stimoli per raggiungere tali obiettivi trovano a Torgiano (città di antica tradizione ceramica) e nel suo nuovissimo museo dedicato alla ceramica contemporanea un luogo giustamente autorevole.Si mette in comune qualcosa solo quando ci si sente in un territorio condiviso; si ha qualcosa da dire solo quando si ha davanti qualcuno con cui interloquire. La terra diventa luogo d'incontro tra artisti della ceramica, ma anche tra la loro opera e il pubblico degli appassionati d'arte e dei critici. È quanto promette "Incontrinterra", dove il ripetersi della preposizione "in" sfuma il carattere ostile del movimento di opposizione dell'avverbio "contro" e fissa il luogo del contemporaneo convergere di due o più persone. Che non significa eliminare il carattere agonistico di ogni dialogo. Solo nell'accoppiare la parola del dichiarante ad una parola contraria si può sperare di giungere ad una reciproca comprensione. Libero terreno di incontri tra dialoganti in possesso di linguaggi differenti e difficilmente traducibili, la terra viene dunque esplorata e ridefinita. Possiamo infatti aspettarci, su noi stessi e sul mondo, maggiore conoscenza da una comprensione perfetta tra individui dotati della medesima storia e delle medesime competenze.Artisti invitati: Ambrogio Pozzi, Alfredo Gioventù, Antonella Cimatti, Antonella Ravagli, Antonio Grieco, Attilio Quintili, Daniele Covarino, Eraldo Chiucchiù, Evandro Gabrieli, Giorgio Crisafi, Jasmine Pignatelli, Luca Leandri, Lucia Angeloni, Luciano Laghi, Marino Ficola, Marino Moretti, Martha Pachon Rodriguez, Maurizio Tittarelli Rubboli, Mirco Denicolò, Mirna Manni, Nino Caruso, Paolo Polloniato, Riccardo Monachesi, Rita Miranda, Rolando Giovannini, Simone Negri, Tonina Cecchetti. Presentazione del libro di mostra "INCONTRINTERRA" con testi di Marinella Caputo, Cesare Coppari, Lorenzo Fiorucci, Rolando Giovannini, Luciano Marziano e Jasmine Pignatelli. Marinella Caputo vede la ceramica come veicolo dell'immaginario (ricerca di un equilibrio tra espressione e tecnica nell'arte moderna e contemporanea) il suo approfondimento sarà volto a riflettere su come la predominanza della tecnica possa accordarsi con libertà del percorso creativo. Gli artisti in mostra, qualunque esito esprima la loro visione, sono senz'altro consapevoli di tale sfida. Cesare Coppari attraverso Dialoghi fissa gli obiettivi di questa mostra e l'incremento conoscitivo auspicato derivante da questo incontro sarà il risultato tangibile a cui si andrà incontro. Lorenzo Fiorucci punta sul Valore del progetto, parlando dell'esperienza di Ambrogio Pozzi alla Rometti. Indagare la validità della fase progettuale in un contesto creativo soggiogato alle regole di mercato; il caso esemplare del connubio tra Pozzi e la Rometti, in cui i progetti realizzati dal designer sopravvivono al tempo e al loro autore, tanto da indurre la fabbrica Rometti a mettere in produzione alcuni di questi. In mostra si potranno cogliere in concreto le parole di Lorenzo Fiorucci ammirando proprio le opere di Ambrogio Pozzi realizzate dalla Rometti. Rolando Giovannini apre un orizzonte sulla Neo Ceramic, arte contemporanea del XXI secolo, cercando di cogliere quegli elementi che caratterizzeranno il futuro dell'arte del fuoco. Luciano Marziano fa il punto sulle Prospettive ceramiche partendo da un dato certo: la ceramica è uscita dall'insano stato di minorità nella quale malintesi parametri valutativi l'avevano costretta per un lungo lasso di tempo. Senza un dubbio Jasmine Pignatelli eleva la ceramica a Superstar come una grande diva alla quale il tempo sembra non passare. freemocco a.p.s.http://www.freemocco.com/e-mail: info@freemocco.com ph. 349 1339086
leggi tutto
04 Novembre 2014
Torgiano Experience: l'olio d'oliva incontra l'argilla
TORGIANO EXPERIENCEolive oil meets the potter's clayl'olio di oliva incontra l'argilla In Umbria, a Torgiano, terra d'arcaiche contaminazioni tra spirito e materia, dove il paesaggio racconta di un felice incontro tra uomo e genius loci, la ceramica contemporanea riaccende il dialogo tra natura e cultura, attraverso un'inedita esperienza che vede "maestri" ed "allievi" uniti in progetti condivisi, capaci di reinventare il dinamismo creativo della "bottega rinascimentale". Nelle ultime tre edizioni hanno collaborato i ceramisti Alfredo Gioventù, Mirco Denicolò ed Antonella Ravagli insieme a studenti di Accademie d'Arte italiane e straniere. L'esperienza, documentata dalla mostra Torgiano Experience, fa parte del più ampio progetto intitolato "Torgiano Confluenze d'Arte" e si pone come nuovo modello di formazione internazionale ed opportunità per giovani artisti,desiderosi di avvicinarsi a ceramisti affermati ed alle loro tecniche, per "conoscere facendo" le potenzialità espressive uniche della ceramica contemporanea. At Torgiano in Umbria - land of archaic spiritual and material fusion, where the landscape itself narrates of the happy encounter between man and the genius loci - contemporary ceramics renew the dialogue between nature and culture. It is a unique experience which sees maestri and students united in a shared project which reinvents the creative dynamics of a Renaissance workshop. In the last three editions the ceramicists Alfredo Gioventù, Mirco Denicolò and Antonella Ravagli have teamed up with students from Italian and foreign art academies. The ceramics workshop is part of a more ample project called "Torgiano Confluenza d'Arte" and is showing at Argillà with the Torgiano Experience exhibition. This is a new model for international training which gives young artists the opportunity to get to know established ceramicists and their techniques, discovering the expressive potential of contemporary ceramics in a hands-on way. ALFREDO GIOVENTU' 2012 Soffio di luceClaire BaldekAcadémie des Beaux Artsde Nancy, FranciaMarco De RosaRUFA,Rome University of Fine Arts, RomaGiovanna RicciAccademia di Belle Arti"Pietro Vannucci" PerugiaLaura VolpiniAccademia di Belle Arti"Pietro Vannucci" PerugiaScipione IppolitoAccademia di Belle Arti"Pietro Vannucci" Perugia MIRCO DENICOLO' 2013 Le storie di quando eravamo un ulivoAnna BoccaliAccademia di Belle Arti"Pietro Vannucci" PerugiaElisa PetriniAccademia di Belle Arti"Pietro Vannucci" PerugiaTiziana Di SantoRUFA,Rome Universityof Fine Arts, RomaSanja TemelkovaAccademia di Belle Arti di Brera, MilanoEgle VitkuteVilniaus dailés Akademija,Vilnius, LituaniaAnais RausinAcadémie Royale des Beaux-Artsde Liège, Belgio     ANTONELLA RAVAGLI 2014 OliolàAntonia TosevaNational Academy of ArtsSofia, BulgariaAdriana DelkovaNational Academy of ArtsSofia, BulgariaGao YaruAccademia di Belle ArtiShanxi, CinaMartina MessoraAccademia di Belle ArtiVeronaSetarè MarufAccademia di Belle Arti"Pietro Vannucci" Perugia MACC Museo Arte Ceramica ContemporaneaIl progetto "Ampolliere per l'Olio Nuovo" dedicato a giovani studenti delle Accademie di Belle Arti è un naturale proseguimento dell'evento oramai ventennale di "Vaselle d'Autore per il Vino Novello" in cui ogni anno tre artisti, invitati dal Maestro Nino Caruso, propongono una loro versione della brocca in ceramica destinata a ricevere l'altro prodotto simbolo del nostro territorio: il vino.Oltre alla potenza ispiratoria di un paesaggio inconfondibile, scolpito e coltivato ad uliveti e vigneti, il genius loci offre agli studenti spunti intorno a queste due tematiche grazie anche al MUVIT (Museo del Vino di Torgiano) e al MOO (Museo dell'Olio e dell'Olivo). Inoltre i giovani artisti scoprono il mondo affascinante della ceramica contemporanea all'interno del MACC che custodisce la donazione di Nino Caruso e le vaselle d'autore di grandi ceramisti italiani e stranieri. Ampolliere per l'Olio Nuovo or "Carafes for Newly-pressed Oil" is a project aimed at young art students. It is a natural step on from the "Vaselle d'Autore per il Vino Novello"event which has been going strong for over twenty years, where three designers are invited each year by Maestro Nino Caruso, to propose their own version of the ceramic carafe destined to contain another symbolic product of the area; wine. Apart from the inspirational power of an inimitable, sculpted setting cultivated with olive groves and vineyards, the area also offers the students further information on the two themes at the MUVIT wine museum and the MOO olive oil museum.Furthermore, the fascinating world of contemporary ceramics can be discovered at the MACC where Nino Caruso's donation can be found along with the designer wine carafes created by famous Italian and foreign ceramicists. LA FORNACE DI ZULIMO ARETINI I laboratori di Torgiano, organizzati dal Comune in collaborazione con il MOO (Museo dell'Olio e dell'Olivo), coordinati da Sylvie Béal assessore alla cultura, sotto la direzione artistica di Alfredo Gioventù, si svolgono ogni anno in un particolare e storico scenario, nella Vecchia Fornace della Fondazione Lungarotti dedicata a Zulimo Aretini (1884 Monte San Savino - Roma 1965).Il celebre ceramista, più volte presente alle Biennali Internazionali di Monza e poi alle Triennali di Milano apre la propria manifattura proprio nella piccola città umbra, dove si allineavano numerose fornaci tutt'intorno alla "Piazza dei Cocciari".Significative le sue collaborazioni, tra gli altri, con gli architetti Marcello Piacentini e Giovanni Michelucci. The workshops in Torgiano, organized by the municipality in collaboration with MOO (Museum of Oil and the Olive tree) are co-ordinated by the councillor for culture Sylvie Béal under the artistic direction of Alfredo Gioventù, the workshops take place every year in the unusual and historic setting of the Old Furnace belonging to the Lungarotti Foundation and dedicated to the ceramicist Zulimo Aretini (born Monte San Savino 1884 - died Rome 1965). The famous ceramics artist, who often exhibited at the Biennali Internazionali di Monza and later at the Triennali di Milano, opened his own workshop in Torgiano where there were numerous furnaces around the Piazza dei Cocciari. He worked on many noteworthy projects including those with the architects Marcello Piacentini and Giovanni Michelucci.
leggi tutto
29 Ottobre 2013
Presentazione libro "Pesci fuor d'acqua"
La presentazione avrà luogo Sabato 9 novembre 2013presso l'Oratorio di Sant'Antonio Torgiano (PG)alle ore 11.00 Interverranno con l'Autore, l'Assessore alla Cultura del Comune di Torgiano Sylvie Béal, il critico d'arte Manuela De Leonardis e lo psichiatra Alberto Massarelli. Pesci fuor d'acqua è un progetto fotografico che Carlo Rocchi Bilancini ha realizzato tra il 2006 e il 2011. L'autore ha ritratto a colori oltre 50 protagonisti del mondo dell'arte e dello spettacolo - tra loro Marina Ripa di Meana, Lindsay Kemp, Matteo Boetti, Jack Sal e Antonella Zazzera, una dei tre artisti scelti quest'anno dal maestro Nino Caruso, direttore artistico della manifestazione "Vaselle d'Autore per il Vino Novello", per la realizzazione del tradizionale contenitore in terracotta - accanto a gente comune, immergendoli vestiti e muniti dei loro attributi professionali nell'acqua di una piscina.Immagini teatrali, insolite e spiazzanti in cui ciascun personaggio sembra affiorare dalle acque, incarnando se stesso.Pesci fuor d'acqua di Carlo Rocchi Bilancini è un libro fotografico pubblicato nel 2011 da Skira con testi di Antonia Mulas, Malcolm Bull, Brian O'Doherty e una conversazione tra l'autore e Federico Sardella, ma è anche una mostra fotografica di cui in occasione della presentazione sarà esposta nell'Oratorio di Sant'Antonio, fino al 17 novembre, una selezione di dieci fotografie.Promossa da Umberto Morera, curata da iva Kraus e organizzata in collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini, la mostra Pesci fuor d'acqua ha avuto la sua prima tappa presso lo spazio espositivo "La Piscina" nell'Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, nell'ambito della XIII Biennale di Architettura.Carlo Rocchi Bilancini nasce nel 1973 a Todi in un'antica famiglia di vetrai. E' un fotografo con una singolare visione artistica, sulla cui formazione ha molto influito la collaborazione con il regista Pupi Avati. Dopo la laurea in Economia ha frequentato la Fondazione Forma per la Fotografia di Milano. Nel 2008 ha realizzato le foto per il volume Resa till Rom, pubblicato dalla casa editrice svedese Ica Bokförlag. Le sue foto sono apparse in diversi giornali e riviste italiane e internazionali, tra cui Il Sole 24 Ore, Il Messaggero, EasyJet Inflight, Shape, Voltaire, Queen, T-Time.   Informazioni:Oratorio di Sant'AntonioPiazza Sant'Antonio, Torgiano (PG)Tel. 075 6211682infopoint@comune.torgiano.pg.it
leggi tutto
02 Novembre 2012
Online il programma della manifestazione
Ritorna "Versando Torgiano": cultura, tradizione, arte e sapori si fondono insieme per dar vita a due entusiasmanti fine settimana in cui olio, vino e terrecotte sono i protagonisti. Sabato 10 Novembre avrà luogo la XVII° edizione di "Vaselle d'autore per il vino novello", mentre il secondo fine settimana vedrà venire alla luce la III° edizione di "Ampolliere di giovani artisti per l'olio nuovo". Inoltre, verrà allestita una mostra di un importante maestro ceramista del ‘900: Pietro Melandri. Il tutto sarà incorniciato dalla natura rigogliosa delle nostre colline, dalle affascinanti mostre, dai concerti in programma, dal caratteristico mercato dei prodotti tipici e artigianali, dai gustosi piatti della tradizione proposti dalla taverna e dai ristoratori, per celebrare insieme il vino e l'olio novello."Vaselle d'Autore per il Vino Novello", inaugurata con la prima edizione nel 1996, si è subito imposta come un importante evento artistico, la cui particolarità è quella di mettere in relazione l'opera di grandi maestri contemporanei, con la tradizione antica e popolare delle terrecotte. La vasella è il tradizionale boccale umbro caratterizzato da uno sproporzionato quanto funzionale orlo la cui forma ricorda il becco di un pellicano. Durante la manifestazione, vengono quindi presentate ogni anno nuove interpretazioni della tradizionale vasella, realizzate da tre grandi artisti contemporanei. Il ripetersi della manifestazione, organizzata dal comune di Torgiano e dalla Provincia di Perugia, con la collaborazione della Fondazione Lungarotti e la preziosa consulenza del direttore artistico Nino Caruso, ha così permesso alla Città del Vino di Torgiano di disporre di una preziosa collezione di "Vaselle d'Autore" che ha trovato una stabile collocazione espositiva all'interno di Palazzo Malizia di Torgiano.La manifestazione "Ampolliere di giovani artisti per l'olio nuovo" è stata ideata tre anni fa per festeggiare i quindici anni di "Vaselle d'Autore per il Vino Novello", e coinvolge gli studenti delle Accademie di Belle Arti sia italiani che stranieri. Questo nuovo evento unisce l'arte delle terrecotte e l'olio nuovo, che è anche un momento significativo per il lavoro nella nostra campagna: la raccolta delle olive.Versando Torgiano si concluderà con un grandioso corteo storico: dame e cavalieri, giochi di bandiere, arcieri, balestrieri, duelli e tamburi medievali coloreranno le vie del paese.
leggi tutto
Cerca nel Sito