Giancarlo Sciannella nasce a Castelli, noto centro ceramico, nel 1943. Studia nel locale Istituto d'Arte sotto la guida si Serafino Mattucci e Arrigo Visani; in seguito frequenta il corso di pittura diretto da Franco Gentilini presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. All'inizio degli anni Sessanta esordisce come pittore, ma nella seconda metà del decennio comincia a dedicarsi anche alla scultura operando con materiali poveri come il legno e soprattutto la ceramica, materia che di lì a poco diventerà il suo principale mezzo espressivo. Nel 1972 si trasferisce a Roma, dove tuttora vive. Il suo cammino artistico è segnato dalle proprie origini, mantenendo con esse ben saldi nel linguaggio i legami antropologici e culturali: la messa a nudo della materia ceramica richiama emblematicamente uno stadio primigeno e demiurgico della condizione umana, ricerca questa che all'inizio del Duemila (oltre ad utilizzare la terracotta pura) si arricchisce di segni di fumo come ulteriore richiamo ancestrale. In quasi mezzo secolo d'attività, oltre a prendere parte a numerose collettive in Italia e all'estero, tiene personali alla Galleria San Giorgio di Teramo (1967) con Romano Rocchi (presentata da Giovanni Corrieri), al Centro dell'Arte Labirinto di Montorio al Vomano (1984), all'Oratorio di San Sebastiano di Forlì (1990) con Alberto Mingotti (presentata da Mariano Apa), alla Bottega del Quadro di Bergamo (1990), all'Associazione Operatori Culturali Flaminia 58 di Roma (1991) presentata da Luigi Paolo Finizio, alla Mari Arte Contemporanea di Imbersago (1996), alla Monogramma Arte Contemporanea di Roma (1999), al Museo delle Ceramiche di Castelli (2003), con un'antologica presentata da Enrico Crispolti, alla Galleria Arte e Pensieri di Roma (2004) presentato da Manuela Crescentini, alla Galleria Miralli di Viterbo (2006) presentata da Claudio Cerritelli, al Laboratorio Incontri d'Arte di Roma (2007) con Edith Urban, alla Galleria dell'Artistico di Treviso (2009) presentata da Antonello Rubini e all'evento Concreta Sculture Ceramiche organizzato dal Sistema Museale della Valdelsa Fiorentina (2010) a Palazzo Prerorio, Certaldo. Nel 2011 inaugura con una personale la Galleria Studio Entroterra a Roma. Le sue opere figurano in musei, istituzioni e luoghi pubblici sia in Italia che all'estero. 

Le Opere esposte - 2010

Cerca nel Sito