Jesus Castañòn Loche, figlio del famoso scrittore Luciano Castañòn, nasce nel 1956 a Gijòn, nella regione delle Asturie. La sua formazione in disegno, scultura e pittura avviene a cavallo fra gli anni Sessanta e Settanta nel Raggruppamento Gijonese di Belle Arti, grazie ad artisti come Adolfo Bartolomè, Gonzalo Marcias, Luis Pardo e Alejandro Mieres. Allo stesso periodo risalgono le prime esposizioni collettive, mentre del 1976 è la prima personale a Gijòn in cui espone sculture e disegni; a questa ne seguiranno altre in tutta la regione. La svolta verso l'arte della ceramica, avviene a 21 anni quando, affascinato dalla malleabilità e la porosità della terracotta, apprende la lavorazione con il tornio presso la Scuola Municipale di Miranda di Avilès. Da questo momento inizia a frequentare assiduamente laboratori di lavorazione ceramica in Portogallo, a Faro, ed in tutta la Spagna, in particolare a Llamas del Mouro. Negli anni Ottanta compie varie esperienze altamente formative in laboratori come quello di Francisco Arenas (Avilès) e Daniel Gutierres (Oviedo), oltre ad altre attività come la costruzione del monumento a Castelao per l'azienda portoghese Sargadelos e le Prime di Ceramica Gaetano Ballardini a Faenza (1986). A questa seguiranno altre esperienze in Italia: ad esempio esposizioni collettive a Trento (1987), Albissola Marina (2001), Faenza (2003), ma anche concorsi ad Assemi Sargegna (1992) e Mosena (1997). Nel 1986 è co-fondatore del Laboratorio e Scuola di Ceramica Textura (Consistenza) nel quale impartisce sia corsi privati sia per l'INEM (Istituto Nazionale del Lavoro) fino alla sua dissoluzione nel 1999. È presente a Deruta come docente di un corso (Costituzione del forno per la ceramica nera) durante il Primo Convegno Internazionale di Terracotta nel 1998, mentre dal 2000 in poi viaggia in Europa, Sud America (Argentina e Uruguay), in Nord Africa (Algeria) ed in Asia (Taiwan). Fra i premi ricevuti c'è da ricordare la medaglia d'oro nel XXXI Concorso Internazionale di Ceramica di Arte Scultura per la Città a Gualdo Tadino (1991) e il II premio alla IV Biennale Internazionale del Mosaico Contemporaneo in provincia di Buenos Aires (2009). E' stato protagonista nel 2008 di un ulteriore evento di importanza internazionale, ovvero l'Incontro per la creazione del Museo di ceramica contemporanea spagnola a Fuping, provincia del Shaanxi (Cina).
 

Le Opere esposte - 2010

Cerca nel Sito